Sondaggi politici elettorali 2017: PD in crescita, stabile il M5S

Con il nuovo anno riprendono anche i sondaggi politici elettorali per rilevare le intenzioni di voto degli italiani. L’istituto EMG ha pubblicato ieri, lunedì 9 gennaio, l’ultimo sondaggio per il TG La7, dove si legge che – nonostante la vittoria del NO al referendum e l’uscita di scena di Matteo Renzi – il Partito Democratico rimane ancora in testa nelle intenzioni di voto con il 31,4%, facendo registrare un + 0,8% rispetto all’ultima rilevazione del 19 dicembre 2016.

Sondaggi politici elettorali, stabile il M5S

Dunque, il cambio della guardia fra Renzi e Gentiloni pare non aver sortito alcun effetto negativo nel PD, che a fine 2016 – sempre secondo EMG – aveva invece perso 0,5 punti percentuali. Invariato il dato sul Movimento Cinque Stelle, che con il 27,5% rimane la seconda forza politica del Paese perdendo solo lo 0,1% mentre, lo scorso dicembre, le difficoltà della giunta Raggi – culminate con l’arresto del capo del personale in Campidoglio Marra e le dimissioni dell’assessore all’Ambiente Muraro – avevano fatto calare i grillini addirittura dell’1,6%.

Sondaggi politici elettorali, cala il Centrodestra

Male invece il Centrodestra, con Lega Nord e Forza Italia che perdono rispettivamente lo 0,4% e lo 0,6%, assestandosi al 13,4% e al 12,1%. Si salva solo Fratelli d’Italia, che con un + 0,3% si porta al 4,8%. In leggera crescita anche NCD-UDC, che fa registrare un + 0,3% e si assesta al 3,5% nelle intenzioni di voto. Cala infine Sinistra Italiana, che perde lo 0,2% portandosi al 3%.

Chi vince al ballottaggio

Per quanto riguarda i ballottaggi, un’eventuale sfida tra il M5S e il PD premierebbe i pentastellati, vittoriosi 50,8% a 49,2%. M5S che vincerebbe anche contro lo schieramento del Centrodestra – Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia – per 54,6% a 45,4%. Infine la battaglia tra PD e Centrodestra verrebbe vinta – 54,6% a 45,4% – dal Partito Democratico.

Leggi Anche