Inflazione Italia ai Massimi da 4 Anni: +1,5% a Febbraio

Non si ferma l’inflazione in Italia.

Secondo gli ultimi dati ISTAT, a febbraio 2017 la crescita del livello generale dei prezzi ha raggiunto l’1,5% rispetto al 2016.

Pur trattandosi di stime preliminari, quello attuale è l’aumento maggiore da quattro anni a questa parte.

Era infatti da marzo 2013 (quando il dato era stato +1,6%), che il tasso d’inflazione in Italia non cresceva così tanto.

Tasso di inflazione, dove crescono di più i prezzi

Il tasso d’inflazione a febbraio segna quindi un +0,5% rispetto a gennaio 2017, quando la crescita era stata dell’1%.

L’inflazione acquisita per il 2017 è risultata pari a un +1%.

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) ha fatto segnare un +0,2% trimestre su trimestre e un +1,6% su base annua (da +1% di gennaio).

A trainare l’aumento dei prezzi sono stati i generi alimentari non lavorati (+8,8% su base annua), i beni energetici non regolamentati (+12,1%) e i servizi di trasporto (+2,4%).

Secondo l’ISTAT i beni sono cresciuti maggiormente di prezzo rispetto ai servizi.

A febbraio i prezzi dei beni sono aumentati dell’1,9% (da +1,2% di gennaio).

I prezzi dei servizi sono invece aumentati dello 0,9% (+0,7% a gennaio).

Tasso inflazione Italia, vola il carrello della spesa

Continuano a volare i prezzi dei prodotti nel carrello della spesa.

Secondo l’ISTAT, a febbraio 2017 l’impennata è stata del 3,1%.

Da segnalare l’aumento record del 37,3% per quanto riguarda i vegetali freschi e del 9,4% per la frutta.

Questo in base ai dati della Coldiretti, secondo cui l’ondata di maltempo abbattutasi in Italia nei mesi scorsi ha provocato danni per più di 400 milioni di euro nelle campagne.

«Insieme agli agricoltori – afferma la Coldiretti – a pagare il conto dei cambiamenti climatici rischiano di essere anche i consumatori, che subiscono gli effetti delle speculazioni in una situazione in cui i prezzi degli ortaggi sono triplicati».

 

Leggi Anche