Borse: Listini Europei Volano Dopo Elezioni in Francia

Le elezioni in Francia fanno volare i listini europei.

All’indomani del primo turno delle presidenziali francesi, le borse europee hanno iniziato la settimana in maniera più che positiva.

Elezioni presidenziali in Francia che si decideranno al turno di ballottaggio, in programma il 7 maggio 2017.

Borse europee: Bene Parigi, Londra, Francoforte e Milano

Nel day-after delle elezioni francesi, a Parigi l’indice Cac 40 segna un rialzo del 4,14% e si porta a 5.268 punti, mentre a Francoforte il Dax sale del 2,06% e va a 12.296 punti.

Bene anche Londra, dove il Ftse 100 cresce dell’1,4% a 7.213 punti.

Accelera anche Piazza Affari (Ftse Mib +3,2%), nonostante il declassamento di Fitch al rating dell’Italia, abbassato a Bbb lo scorso venerdì.

La borsa milanese è spinta dagli acquisti sulle banche, a partire da Unicredit (+8,28%), seguita da Banco Bpm (+6,44%), Ubi (+6%), Intesa (+5,89%), Bper (+5,45%) e Mediobanca (+3,63%).

Molto bene anche Mediaset (+3,58%), Telecom (+3,68%), Enel (+4,06%) ed Eni (+3,33%), seguite da Generali (+3,23%), Exor (+3,05%) e Fca (+2,4%).

Elezioni in Francia: ballottaggio Macron-Le Pen

Come detto in precedenza, le elezioni in Francia saranno decise dal ballottaggio del 7 maggio.

Al primo turno, il candidato dell’EMA Emmanuel Macron ha ottenuto il 23,9% delle preferenze e 8,5 milioni di voti.

La sua sfidante, la leader del Front National Marine Le Pen, ha invece raggiunto il 21,4% con 7,6 milioni di voti, record per il FN.

Male il repubblicano Francois Fillon, che non è nemmeno arrivato al 20% (19,9%) e ha raccolto solo 7,1 milioni di voti.

Poco sotto di lui Jean-Luc Mélenchon, candidato di La France Insoumise, che con 7 milioni di voti ha ottenuto il 19,6% delle preferenze.

Leggi Anche