Giallo sul Bonus Asilo Nido 2017: Mancano i Soldi?

E’ caos intorno al bonus asilo nido 2017, il contributo per i bambini nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2016.

L’INPS non ha ancora diramato la circolare con le istruzioni del bonus e, ad oggi, molte famiglie non sanno come e quando presentare la domanda.

Bonus asilo nido: nessuna traccia della circolare INPS

Secondo l’International Business Times, entro il 18 maggio l’INPS avrebbe dovuto redigere una circolare con le istruzioni sul bonus asilo nido, ma di questa circolare non c’è traccia.

Un bel problema, anche perché il bonus asilo rappresenterebbe per molte famiglie un respiro di sollievo per l’avvio della scolarizzazione dei figli.

Come mai si è arrivati a questo pasticcio?

A dire il vero il decreto che istituisce il bonus è già stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

A questo punto la responsabilità sarebbe dell’INPS, ma a quanto pare l’istituto starebbe aspettando un passaggio informale del Ministero dell’Economia.

Tuttavia quest’ultimo dice di aver richiesto delle correzioni all’INPS lo scorso 4 maggio, che però non sarebbero mai arrivate.

Insomma, un vero e proprio scaricabarile.

Requisiti bonus asilo nido 2017

Complicazioni a parte, vediamo i requisiti necessari e come fare domanda per il bonus asilo nido 2017.

Il bonus asilo nido è parametrato – per ogni anno di riferimento – a undici mensilità da corrispondere per pagare la retta degli asili nido pubblici e privati.

Il bonus è erogato tramite pagamento diretto con cadenza mensile al genitore richiedente.

Il richiedente deve presentare la documentazione attestante l’avvenuto pagamento della retta per la fruizione del servizio presso l’asilo nido.

Inoltre, è istituito un buono per favorire l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto di tre anni impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche.

Il buono arriva a un massimo di 1000 euro annui ed è corrisposto dall’INPS direttamente al genitore richiedente.

Per riceverlo è necessario presentare un’attestazione del pediatra che attesti, per l’intero anno di riferimento, l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica.

Per ciascun anno, a decorrere dal 2017, Il genitore richiedente i bonus deve presentare domanda entro il 31 dicembre.

La domanda va presentata all’INPS tramite i canali telematici indicando a quale dei due bonus si intende accedere.

Leggi Anche