Bolletta Luce e Gas: Come Leggere le Voci della Bolletta

Avete in mano la vostra bolletta Eni gas e luce o la bolletta Enel luce e gas e non sapete leggere le voci presenti?

Niente paura, in vostro aiuto arriva Altroconsumo.

Si perché l’associazione per la tutela e difesa dei consumatori ha realizzato una guida sulla corretta interpretazione della bolletta luce e gas.

In essa è spiegato punto per punto il significato di tutte le informazioni contenute nella vostra bolletta luce e gas.

Ecco come leggere le singole voci presenti in bolletta.

Bolletta luce e gas: le voci presenti

La prima informazione che troviamo sulla bolletta luce e gas specifica se il cliente è sul mercato libero dell’energia o in quello di maggior tutela.

Nel primo caso è possibile l’addebito in bolletta anche senza autolettura, altrimenti si addebitano i consumi intercorrenti tra una lettura e l’altra.

Abbiamo poi i dati personali e della fornitura.

In pratica, sono i dati dell’intestatario dell’utenza e le caratteristiche della fornitura, vale a dire la potenza del contatore, se si tratta di un’abitazione di residenza e se la fornitura è di tipo domestico.

Un’altra voce riguarda le informazioni tecniche.

Esse sono i codici che identificano la fornitura, come il POD per l’energia elettrica e il PDR per il gas.

Alla voce sui dati di emissione e importo troviamo invece l’importo da pagare e il termine entro cui va saldato.

Inoltre, la bolletta prevede che i contatti siano ben visibili e troviamo i recapiti del servizio pronto intervento gas e quello per reclami o richieste di informazioni.

Come leggere la bolletta: il totale da pagare

Abbiamo infine il totale della bolletta e le indicazioni su consumi e letture.

Il totale della bolletta luce e gas è composto da quattro sottovoci:

  • spesa per la materia energia o gas naturale;
  • spesa per il trasporto e la gestione del contatore;
  • spesa per oneri di sistema;
  • Iva e accise;

A queste voci si può aggiungere il canone Rai in bolletta.

Le indicazioni su consumi e letture sono i dati relativi alle letture del contatore.

È qui che bisogna specificare se si tratta di letture effettive, autoletture o stimate.

Leggi Anche