Investimenti Sicuri 2017: Puntare sui Bond delle Aziende

Evitare i titoli a lunga scadenza e privilegiare Etf e fondi comuni. Gli investimenti sicuri 2017 potrebbero andare in questa via, almeno secondo i maggiori esperti di economia e finanza.

Investire oggi: lo scenario

Il 2017 si presenta carico di incertezze, soprattutto dal punto di vista politico.

Dall’incognita Trump alle elezioni in Francia, Olanda e Germania – e forse in Italia – fino agli effetti della Brexit in Gran Bretagna, sono tanti gli appuntamenti che manderanno i mercati in fibrillazione.

E c’è anche lo spread, tornato a salire in maniera vertiginosa negli ultimi giorni fino a sfiorare i 200 punti base.

Investimenti sicuri 2017: evitare allarmismi

Come comportarsi? Anzitutto evitando allarmismi, come spiega oggi sul quotidiano La Stampa Piergiacomo Braganti, capo degli investimenti di Banca Albertini Syz.

«Per ora – afferma Braganti – non emergono scenari in grado di far deragliare la fiducia dei mercati in modo duraturo, specie per il buon andamento delle economie europee che, ad eccezione dell’Italia, sono tutte in crescita».

Tuttavia, nei prossimi mesi a soffrire saranno soprattutto i titoli governativi, in particolare quelli a lunga durata.

Dove investire: i consigli

Il consiglio sulla parte azionaria è quello di puntare su Etf e fondi comuni. In Italia vale la pena guardare ai titoli dei servizi e delle banche.

Prudenza anche sulla parte obbligazionaria, dove i must devono essere scadenze medie – massimo tre anni – e liquidità elevata da impiegare in futuro se dovesse tornare la volatilità sui mercati.

Un’ottima scelta sono i bond delle aziende. Spiega Tomaso Mariotti di Banor Slim: «Un giusto mix potrebbe essere composto dai bond high yeld di Ivs, leader italiano nei distributori automatici, e di Tamburi, banca d’investimento indipendente, con il titolo di Stato Mediobanca a tasso variabile».

I primi due bond offrono rendimenti rispettivamente del 3% e del 2,7%, mentre il titolo Mediobanca paga già da ora l’1% in virtù del tasso minimo garantito fissato proprio a quella soglia.

Si consiglia comunque di affidarsi a intermediari sicuri. Da questo punto di vista Moneyfarm, leader nel trading online, può essere considerata un’ottima scelta per iniziare a investire.

Leggi Anche