Arriva la Social Card da 400 Euro, Come Funziona

Una social card da 400 euro per aiutare le famiglie in difficoltà.

Lo ha annunciato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, nel corso di un’intervista al quotidiano La Repubblica.

Il via libera definitivo per la social card è previsto per la giornata di domani, giovedì 9 marzo.

Vediamo tutte le novità della nuova misura per combattere la povertà.

Social card poveri, i beneficiari

«l’Italia – così il ministro – avrà per la prima volta uno strumento universale su tutto il territorio nazionale per combattere la povertà».

La nuova social card garantirà un reddito mensile di 400 euro, che arriverà a circa 480 euro estendendo i requisiti di accesso.

Si stima che a beneficiare della card prepagata saranno circa 400mila nuclei familiari con minori a carico, per un totale di un milione e 770mila individui.

«Si passerà dal welfare dei sussidi a quello delle opportunità», ha detto il ministro del Lavoro.

Poletti: «Non è il reddito di cittadinanza»

La nuova “tessera per i poveri” costerà circa due miliardi di euro, considerando anche le risorse europee.

Qualcuno ha visto nella nuova misura un facsimile del reddito di cittadinanza – da sempre cavallo di battaglia dei Cinque Stelle – ma il ministro non è d’accordo.

«Il nostro – ha detto – non è un intervento generalizzato e indifferenziato, ma si basa sulle risorse disponibili».

La social card non riguarderà solo gli italiani in difficoltà, ma anche gli stranieri che vivono regolarmente nel nostro Paese da almeno cinque anni.

Social card 400 euro, come accedervi

Quali saranno le condizioni per accedere alla social card da 400 euro?

«Il richiedente – ha assicurato Poletti – dovrà sottoscrivere un patto con la comunità locale di riferimento».

Ad esempio, egli si dovrà impegnare a mantenere un comportamento responsabile, ad accompagnare i figli a scuola e a sottoporli alle vaccinazioni, a seguire corsi di formazione e ad accettare eventuali proposte di lavoro».

Leggi Anche