Acquisto Seconda Casa: Cosa c’è da Sapere

Comprare casa nel 2017 è molto più facile rispetto a qualche anno fa.

Agevolazioni fiscali e più apertura da parte delle banche hanno favorito le recenti compravendite immobiliari.

Da non dimenticare anche i tassi mutui, mai così bassi come in questi ultimi periodi.

E chi invece vuole comprare una seconda casa? Può anch’egli godere di agevolazioni? E in quale misura?

Agevolazioni acquisto seconda casa

Il 2016 si è chiuso con un rassicurante +18,9% in fatto di compravendite immobiliari, con ben 534mila abitazioni acquistate.

Pur essendo ancora lontani dalle 800mila transazioni del 2006, ora i tempi cupi paiono davvero superati.

Ma stiamo sempre parlando di acquisti di una prima casa.

Già perché in caso di acquisto seconda casa il regime fiscale prevede una tassazione molto differente.

Beninteso, le agevolazioni esistono, ma solo in alcuni casi. Ecco quali.

Anzitutto, si possono avere agevolazioni fiscali solo se la casa già posseduta viene venduta entro un anno dal nuovo acquisto.

L’estensione dell’agevolazione spetta anche nel caso di nuovo acquisto a titolo di donazione o successione.

Acquistando un immobile come seconda casa, il proprietario dovrà sostenere le seguenti imposte e tasse:

  • l’imposta di registro pari al 9% del prezzo di cessione o del valore catastale rivalutato (2% nel caso di prima casa);
  • l’imposta ipotecaria di 50 euro (identica nel caso di prima casa);
  • l’imposta catastale di 50 euro (identica nel caso di prima casa);

Nel caso faccia ricorso a un mutuo, bisogna aggiungere l’imposta sostitutiva sui finanziamenti del 2%, che è invece pari al 0,25% per la prima casa.

Miglior mutuo per acquisto seconda casa

Vediamo i mutui migliori per l’acquisto di una seconda casa, simulando un finanziamento di 110mila euro a tasso fisso per un immobile del valore di 160mila euro e con una durata mutuo di 20 anni.

Il miglior mutuo è il Mutuo a Tasso Fisso di Widiba, che consente di pagare una rata mensile di 556,16 euro al Tan dell’1,99% e Taeg 2,23%.

Se la scelta ricade sul mutuo tasso variabile, il risparmio sarà maggiore.

Con Webank.it la rata mensile è di 505,88 euro al Tan dell’1,00% e Taeg 1,21%.

Leggi Anche